Filo_diretto - Non lasciamo che l'ottimo uccida il buono

 

Data: 27-01-2020

 

Photo

Ormai ci siamo: tra pochi giorni potremo passeggiare liberamente nel nuovo percorso pedonale che attraversa i Parchi 22 ottobre e della Cisterna.

Parlando coi soci ogni mattina m’accorgo di quanta attesa circondi questa nuova opera, attesa che per noi amministratori è addirittura impazienza! Ma è inevitabile, e lo sappiamo tutti: con soli 3 operai, che devono dividersi ogni giorno tra mille incombenze più urgenti ed importanti (manutenzione dell’acquedotto, rotture fognarie, rattoppi stradali, etc.) tutto il resto può essere portato avanti solo nei ritagli di tempo e così per montare pali e staccionate sono necessarie settimane...

Alcuni soci ci hanno domandato perché non appaltiamo certi lavori a ditte esterne: la risposta è che esternalizzare costa molto e lo facciamo solo quando è indispensabile. Perciò, anche se siamo impazienti, siamo anche consapevoli che non si può avere tutto e subito.

Quando apriremo il sentiero, non per questo potremo dirlo completato: lungo i bordi del camminamento, ad esempio, tra il ciglio e le staccionate, andranno piantate bordure di rosmarino e altre essenze, che necessiteranno di anni prima di realizzare il risultato cui ambiamo; molte cose dovranno essere perfezionate, come i sistemi di defluizione dell’acqua (che in gran parte non dipendono da noi, ma dal Comune a monte e dal Consorzio di Bonifica a valle) e così via.

Proprio ieri un socio anziano ci raccontava di come, un tempo, le giovani coppie si trasferivano al Poggio quando ancora le loro case erano al rustico: le completavano negli anni, piano piano, mettendo soldi da parte, con la pazienza e la soddisfazione di chi è riuscito a fare molto con poco. E questa mi è parsa un gran lezione, soprattutto per noi giovani amministratori, che animati da un grande entusiasmo vorremmo realizzare tutto e subito.

Voltaire scrisse che “l’ottimo è nemico del buono”: con questo spirito, coniugando i conti in ordine e le priorità, tenteremo di perseguire il meglio.

Buona settimana

Federico Onnis Cugia